Sicurezza ambientale delle nanoparticelle d'argento

- Oct 17, 2017 -

Argento metallizzato è ampiamente usato nella nostra vita quotidiana così come in vari trattamenti medici, a seguito di innovazioni di nanotecnologie, nanoparticelle di argento nanoparticelle d'argento (in appresso denominate AGNPS) hanno acquisito maggiori benefici. Ma la crescita di AGNPS applicazioni in vari campi inevitabilmente porta ad aumento del rischio potenziale di nanoparticelle, causando preoccupazione per la sicurezza ambientale e salute umana. Negli ultimi anni, i ricercatori delle nanoparticelle di argento hanno valutato la tossicità di AGNPS e cercato di esplorare i meccanismi cellulari e molecolari di tossicità.

Nano-materiali immettere il sistema biologico, con cellule, organelli e macromolecole (ad esempio proteine, acidi nucleici, lipidi, carboidrati) per stabilire una serie di nanoparticelle-biomolecole interfaccia. Il trasferimento di interazione, cinetica, nanoparticelle di argento e calore fisico-chimico dinamico in quest'area interfaccia influenzare alcuni processi, come la formazione di proteina corone, contatto della cellula, membrana-incapsulato particelle, uptake cellulare e biocatalisi, i quali determinano la biocompatibilità e pericoli biologici dei nanomateriali.

AGNPS una volta nel corpo umano, alcuni possono rimanere nel tessuto dell'obiettivo originale, ma in linea di principio saranno trasportati attraverso il flusso sanguigno o nel sistema linfatico, distribuito a organi bersaglio secondario del corpo, causando specifici organi o sistemi di rispondere. In roditori, cervello, fegato, milza, rene di nanoparticelle di argento e testicolo sono gli organi bersaglio secondario principale di tutto il corpo, indipendentemente dal fatto se orale, endovenosa o intraperitoneale iniezioni di Agnps. Questo modello di distribuzione dell'organo suggerisce che la potenziale tossicità del AGNPS può causare neurotossicità, tossicità immune, nefrotossicità e tossicità riproduttiva in vivo.

Reazioni citotossiche, come reattive dell'ossigeno, danno del DNA, cambiamenti nell'attività dell'enzima intracellulare e apoptosi e necrosi, sono state associate con la tossicità del fegato causata da Agnps in vivo. Fondamentalmente, quando le cellule si trovano ad affrontare condizioni sfavorevoli, diversi processi di stato stazionario inizierà a sostenere la sopravvivenza della cellula, uno dei quali è l'autofagia. L'autofagia, utilizzabile come un processo di difesa cellulare critica per contrastare la tossicità AGNPS, ma non effettua attività di autofagia, con ridotta energia, nanoparticelle di argento e può promuovere l'apoptosi e conseguenti danni al fegato.

L'autofagia è stato definito come l'autofagia-attivato o l'autofagia è interrotto, i risultati hanno mostrato che il trasporto e/o difetti funzionali lysosomal dell'autofagia erano stati riconosciuti come un potenziale forza motrice per apoptosi e autophagy e sono stati anche noto come tipo II la morte cellulare programmata. Recenti studi in vitro hanno dimostrato che Agnps, anche, a sua volta blocca la successiva autofagia (possibilmente la conseguenza della disfunzione lisosomiale), nanoparticelle di argento che può interferire con la normale fisiologia cellulare. Inoltre, l'accumulo di p62, sulla superficie, P62 sembra essere favorevole a mantenere la normale fisiologia cellulare.


Un paio di:Interazione chimica nanoparticellare d'argento IL prossimo Articolo:Nitrato di argento ossidanti